Di nuovo sul pezzo

Spesso mi è capitato di sentire la frase:

«Accidenti! Tutti quei soldi per un lavoretto di pochi minuti?».

Questo accade quando non si capisce (o non si vuol capire) il valore del lavoro degli altri e si tende a sottovalutare la prestazione di un professionista (consulente o no). Purtroppo questa «sottovalutazione» avviene molto spesso e, per chi inizia a fare la libera professione, molte volte si rivela in un vero e proprio sfruttamento di ottime competenze a buon mercato.

Per darvi un’idea sul come comportarvi vi dirò che, nel mio caso, quando mi sento dire la fatidica frase riportata qui sopra, inizio a raccontare una parabola «parabola»…

In una azienda di produzione della carta si era verificato un guasto che aveva bloccato la produzione. Ora, come molti sapranno, un guasto in una cartiera si traduce in perdite economiche ingenti dovute più che altro alla mancata produzione.
Poiché le risorse interne non riuscivano a venire a capo del problema, si decise di chiamare un «super-esperto» (un consulente esterno) per cercare di risolvere l’oneroso problema.

Il super-esperto arrivò, guardò per circa un minuto i pannelli elettrici dell’impianto, ci pensò su un paio di minuti, controllò un po’ di schemi elettrici e poi, con assoluta decisione, premette un pulsante sul pannello elettronico di comando (che ne conteneva molti altri). Sorpresa! La macchina ripartì!

Vi lascio immaginare la gioia del proprietario dell’azienda che si è visto risolto il problema in poco tempo con grande risparmio di danari.

Risolto il problema il super-esperto salutò tutti e dopo qualche giorno inviò la parcella al proprietario dell’azienda. La riporto nelle sue parti salienti:

Fattura n°xx del xx/xx/xxx

Risoluzione del guasto in data xx/xx/xxxx ….. 1000.00 EURO

—————-

Totale …………………………………. 1000.00 EURO

Il proprietario, sorpesosi dell’importo, chiamò il super-esperto e gli disse la famosa frase: «Accidenti! Tutti quei soldi per un lavoretto di pochi minuti?».

Il super-esperto non battè ciglia, ritirò la parcella e ne presentò un’altra, che riporto anch’essa nelle sue parti salienti:

Fattura n°xx del xx/xx/xxx

Risoluzione del guasto in data xx/xx/xxxx ….. 1.00 EURO

Sapere quale tasto premere ……………….. 999.00 EURO

————

Totale …………………………………. 1000.00 EURO

A questo punto il proprietario non potè fare a meno di pagare la parcella senza fiatare!😉

~ di diegotech su marzo 6, 2010.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: